Partendo dalle nomination, facciamo una panoramica

Miglior film
– Amour
– Vita di Pi
Argo (OUTSIDER)
– Lincoln (FAVORITO)

– Beasts of the Southern Wild (Re della terra selvaggia)
– Silver Linings Playbook
– Django Unchained
Zero Dark thirty (IL MIO OSCAR)
– Les Misérables

Quest’anno ci sono 9 film notevoli, e devo dire che Les Miserables meriterebbe di dare battaglia, perchè è stra-emozionante. Così come un film piccolo come Beasts of the Southern Wild. Argo è la scelta più ovvia, pur non partendo favorito vincerà. Ma il film della Bigelow è una un’incollatura sopra agli altri. Lincoln deludente, Silver Linings Playbook è un gioiellino.

Miglior regia
Michael Haneke per Amour (OUTSIDER)
Benh Zeitlin per Beasts of the Southern Wild (Re della terra selvaggia) (IL MIO OSCAR)
– Ang Lee per Vita di Pi
Steven Spielberg per Lincoln (FAVORITO)
– David O. Russell per Silver Linings Playbook

Non c’è Ben Affleck, non c’è Tarantino, non c’è la Bigelow. E allora che vinca il giovanissimo Benh all’opera prima.

Miglior attore protagonista
– Bradley Cooper per Silver Linings Playbook
Joaquin Phoenix per The Master (OUTSIDER)
– Daniel Day-Lewis per Lincoln (FAVORITO
)
Denzel Washington per Flight (IL MIO OSCAR)
– Hugh Jackman per Les Misérables

In attesa di vedere The Master, non assegno il premio. Che per ora è di Daniel Day Lewis, anche se a me Denzel piace tantissimo in Flight.

Miglior attrice protagonista
Jessica Chastain per Zero Dark Thirty (FAVORITA)
– Quvenzhané Wallis per Beasts of the Southern Wild (Re della terra selvaggia)
Jennifer Lawrence per Silver Linings Playbook (IL MIO OSCAR)
– Naomi Watts per The Impossible
Emmanuelle Riva per Amour (OUTSIDER)

Jessica è brava, ma non quanto Claire Danes. La Riva c’ha la sua età e il ruolo. La piccola Wallis è un mostro e non ruberebbe nulla. Ma la Lawrence è incredibile e almeno io glielo do (l’oscar).

Miglior attore non protagonista
– Alan Arkin per Argo
– Robert De Niro per Silver Linings Playbook
Philip Seymour Hoffman per The Master (FAVORITO)
– Tommy Lee Jones per Lincoln
Christoph Waltz per Django Unchained (OUTSIDER, IL MIO OSCAR)

In attesa di vedere Hoffman, come Christoph non c’è nessuno. Forse Alan Arkin, ma non abbastanza. Meritata la nomination di Robert De Niro, molto meno quella del vecchio Tommy.

Migliore attrice non protagonista
– Amy Adams per The Master
– Sally Field per Lincoln
Anne Hathaway per Les Misérables (FAVORITA, IL MIO OSCAR)
Helen Hunt per The Sessions (OUTSIDER)
– Jacki Weaver per Silver Linings Playbook

Ragazze, non c’è partita. La Hathaway regala i dieci minuti di emozioni più intensi da anni. Solo Kate Winslet dei tempi di gloria (e non tirando fuori quel poò di voce) riesce a trasmettere più emozioni di lei. Però tutti in piedi per Helen Hunt, che torna con un ruolo difficilissimo e lo fa da Dio.

Migliore sceneggiatura originale
– Flight
Zero Dark Thirty (IL MIO OSCAR)
– Django Unchained
– Amour
– Moonrise Kingdom

Mi piace tanto, ma proprio tanto Moonrise Kingdom, specie la sceneggiatura. Se la vince sono contento. Ma w la Bigelow.

Migliore sceneggiatura non originale
Argo (IL MIO OSCAR)
– Lincoln
– Vita di Pi
– Beasts of the Southern Wild (Re della terra selvaggia)
– Silver Linings Playbook

Qua è durissima, ma Argo ce la fa. Solo Silver Linings può davvero sfidarlo, anche se Beasts forse è la sceneggiatura più bella di tutte!

Miglior film straniero
Amour (Austria) (FAVORITO)
– Kon-Tiki (Norvegia)
– No (Cile)
– A Royal Affair (Danimarca)
War Witch (Canada) (OUTSIDER, IL MIO OSCAR)

Amour candidato anche a miglior film vincerà senza ombra di dubbio almeno qui. Film tristissimo War Witch, e in attesa di vedere Amour e No diciamo che gli do il mio oscar.