Lungi da me addentrarmi in elucubrazioni e commenti sulla questione italiana del momento (che non è neanche troppo il governo caduto, e questo è preoccupante), volevo tuttavia spendere una parolina anch’io sull’emergenza rifiuti….
Ma solo a me provoca un enorme irritazione che il commissario straordinario nominato dal governo sia un certo Gianni De Gennaro?
Citando Wikipedia: Il 26 maggio 2000 De Gennaro viene nominato dal Consiglio dei Ministri capo della Polizia italiana. Il suo successore, dal 2 luglio 2007, sarà Antonio Manganelli, mentre De Gennaro diventerà capo di gabinetto del Ministero dell’Interno. Questo giro di nomine è avvenuto in seguito alle polemiche che hanno coinvolto De Gennaro a proposito della gestione del’ordine pubblico durante il G8 di Genova nel 2001, evento che si concluse con la morte di un manifestante e il ferimento, anche grave, di centinaia di manifestanti. De Gennaro è stato iscritto nel registro degli indagati per avere, secondo le ipotesi, fatto in modo che alcuni dirigenti di polizia sotto processo per le efferate violenze, in riferimento specificatamente all’irruzione nella scuola Diaz dove vennero pestate decine di manifestanti, mentissero all’autorità giudiziaria. Questo trasferimento ad un altro, e più alto, incarico non può essere considerata una punizione in quanto il ruolo ricoperto adesso da De Gennaro è più alto. Il suo sostituto come capo della polizia è stato Manganelli, già suo vice.
Cioè De Gennaro, ancora oggi, è sotto processo per i fatti vergognosi della scuola Diaz del luglio 2001 e in più sta ricoprendo cariche sempre più importanti!!! Berlusca, non sei solo!
Chissà se è l’uomo giusto per risolvere l’emergenza rifiuti? Chissà se anche stavolta userà il pugno di ferro? Speriamo (anche per lui) di no.